I mercati locali : dal produttore al consumatore

Io adoro i “MercatiI” locali, con i banchi pieni zeppi di frutta e verdura in esposizione….dove i colori,gli odori e le mille forme…sono opere d’arte, messe lì a disposizione per essere comprate. I mercati dove incontri persone di ogni dove,dove incontri sempre quel simpatico anziano che ti racconta un pò della sua vita .E’ la vita che scorre tra… una mela comprata e un’arancia profumata,tra un cesto di lattuga e una stretta di mano…..lì dove nascono sorrisi. Quel momento in cui passeggi tra i banchi assaggiando qualche frutto qua e là e dove nessuno ti dice di non farlo, dove senti nell’aria il profumo di fiori che ti inebriano la mente, piccoli momenti che ti rallegrano la giornata facendoti apprezzare le piccole cose. Ed è qui che trovi i significati più profondi : generosità, fatica, attesa,cura e protezione del loro raccolto. Sorpresa e colma di meraviglia ascolto un contadino parlare del suo orto,quanta reverenza nel suo racconto,parla alle sue piante,ai suoi frutti, lo guardo curiosa come si guarda un’opera d’arte, mi guarda e mi chede perchè tanta perplessità, non è strano per lui aver cura del suo orto e lo ascolta nella sua interezza, ascolta le piante e le loro esigenze,ascolta il bruco che mangia le foglie e si scusa quando lo toglie,sente la preziosità dell’acqua e ne fa buon uso, guarda le nuvole e le interroga su ciò che porteranno, pioggia leggera, temporali o grandine,perchè come lui dice l’orto vive e come tale diviene.

Farmer’s marcket

I love the local “Marckets”, with desks full of fruit and vegetables are on display .Where the colours, smells and many forms are works of art, made available there to be bought. The markets where you meet people from all over the world, where you always meet that nice old man who tells you a bit about his life. It’s the life that flows between a bought apple and a scented orange, between a basket of lettuce and a handshake, in the markets are where smiles are born. The moment in which you walk among the pews tasting some fruit here and there, where no one tells you not to do it. Where you feel the scent of flowers in the air that inebriate your mind, little moments that brighten up your day which make you appreciate the little things in life . And this is where you find the deepest meanings: generosity, hard work, waiting, care and protection of their harvest. Surprise and full of wonder, I listen to a farmer talking about his garden, how much reverence in his story, he speaks to his plants, to his fruits, I look at him curious as he looks at a work of art, he looks at me and he asks me why so much perplexity, it is not strange for him to take care of his vegetable garden and listen to it in its entirety, listen to the plants and their needs, listen to the caterpillar that eats the leaves and apologizes when he takes it off, feels the preciousness of the water and makes good use of it , look at the clouds and question them about what they will bring, light rain, thunderstorms or hail, because as he says the garden lives and as such becomes.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *