Le chiacchiere

“Viva Viva Carnevale,che tutto il mondo fa cambiar.

Con sorrisi e allegria tutti i cuori fa rallegrar.”

I dolci tipici di Carnevale cambiano nome a seconda della regione d’Italia in cui si mangiano, ma la ricetta è molto simile .Le chiacchiere, friabili,dorate con una spolvgerata di zucchero a velo,hanno un aspetto e un sapore unico. La storia delle Chiacchiere di Carnevale è molto antica. Le sue origini, risalgono a quando nell’antica Roma si celebravano i Saturnali, una festa molto simile al nostro Carnevale.Durante questo periodo ,venivano offerti banchetti e uno dei simboli per eccellenza erano le ” frictilia”,dolci fritti nel grasso di maiale ,distribuiti poi alla folla.L’impasto è a base di farina,uova,zucchero e burro.La forma resta a voi deciderla,c’è chi opta per farle sottili,chi corpose ,chi a forma di rombo e chi come me a forma di mascherine.Bè che dire provate anche voi a divertirvi con i vostri figli regalandovi un momento di allegria e serenità ,facendo scegliere a loro le forme più simpatiche da dare alle vostre chiacchiere.

Ingredienti per 25 chiacchiere

  • 300 gr di farina 00
  • 2 uova medie
  • 50 gr di zucchero
  • 30 gr di burro fuso
  • 60 gr di latte
  • 2 cucchiai di liquore ( strega,rum,marsala)
  • buccia grattugiata di un limone
  • un pizzico di sale
  • olio di arachidi per friggere
  • zucchero a velo per spolverare
  • 2 cucchiaini di lievito secco

Procedimento : Mescolate lo zucchero,la farina ,il lievito e il sale.Formate al centro un buco ,aggiungete le uova,il burro fuso,la buccia di limone e il liquore e mescolate con una forchetta partendo dal centro.Aggiungete il latte,continuate ad assorbire tutti i liquidi, fino ad ottenere un impasto omogeneo.Ricoprite con carta trasparente e fate riposare per 20 minuti. Dividete l’impasto in tre parti,stendete il pezzo più sottile che potete ,aiutandovi con il mattarello o con la macchina per la pasta fresca.Ottenuta una sfoglia sottile e omogenea,ripiegate la sfoglia su stessa e stendetela di nuovo.Ricavate da ogni sfoglia le vostre chiacchiere ,aiutandovi con una rotella taglia pasta.Friggetele nel’olio caldo ,fatele cuocere pochi minuti girando di tanto in tanto.Per capire se l’olio è pronto fate una prova con un pezzetto di impasto,se sale a galla formando delle microbolle ,potete procedere per friggere,se resta sul fondo significa che l’olio è ancora freddo e quindi dovete attendere un pò.Quando saranno cotte scolatele e ponetele su carta assorbente .Servite su un piatto da portata spolverando con lo zucchero a velo. Le chiacchiere sono pronte per essere gustate!

The chatter

“Cheers cheers Carnival, which the whole world changes

With smiles and joy all hearts make cheer up. ”

The typical sweets of Carnival change their name depending on the region of Italy in which they eat, but the recipe is very similar. The chatter, crumbly, golden with a sprinkling of powdered sugar, have a unique appearance and flavor. The history of the Chiacchiere di Carnevale is very old. Its origins date back to when ancient Saturnalia were celebrated in ancient Rome, a festival very similar to our Carnival. During this period, banquets were offered and one of the symbols par excellence were the “frictilia”, sweet fried in pork fat, then distributed to the crowd.The dough is based on flour, eggs, sugar and butter.The shape is up to you to decide, there are those who choose to make them thin, those full-bodied, those shaped like turbot and those like me shaped of masks.What to say you also try to have fun with your children by giving you a moment of joy and serenity, making them choose the most pleasant shapes to give to your chatter.

Ingredients for 25 rectangles

  • 10oz of 00 flour
  • 2 medium eggs
  • 2oz of sugar
  • 1oz of melted butter
  • 1 cup of milk
  • 2 tablespoons of liqueur (witch, rum, marsala)
  • grated peel of a lemon
  • a pinch of salt
  • peanut oil for frying
  • powdered sugar for dusting
  • 2 teaspoons of dry yeast

Method : Mix the sugar, flour, baking powder and salt. Shape a hole in the center, add the eggs, melted butter, lemon peel and liqueur and mix with a fork from the center. Add the milk, continue to absorb all liquids, until a homogeneous mixture is obtained. Reopen with transparent paper and let stand for 20 minutes. Divide the dough into three parts, roll out the thinnest piece you can, using the rolling pin or the machine for the fresh pasta. Obtain a thin and homogeneous dough, fold the dough on it and roll it out again. your chatter, helping yourself with a pasta cutter wheel. Sprinkle them in hot oil, cook them a few minutes turning from time to time. To understand if the oil is ready, try a piece of dough, if it rises to the surface, forming some micro bubbles, you can proceed to fry, if it remains on the bottom means that the oil is still cold and then you have to wait a while. When they are cooked, drain them and place them on paper towels. Serve on a serving dish sprinkling with powdered sugar. The chatter is ready to be tasted!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *